Il Borgo Teresiano

Le celebri Piazze e i Palazzi di questa splendida città del Friuli Venezia Giulia.

Il Borgo Teresiano

L

'antico cuore di Trieste si trova sul colle di San Giusto, ma la città ha ampliato i suoi confini nel corso dei secoli, in particolare a metà del Settecento con la costruzione del Borgo Teresiano, la città nuova alla quale ha dato uno straordinario impulso l'Imperatrice Maria Teresa d'Austria  

I lavori per la costruzione della città nuova ebbero inizio solo dopo l'opera d'interramento delle preesistenti saline, nel rispetto di un progetto razionale e moderno che contemplava anche la costruzione di una serie di canali navigabili per far arrivare la merce direttamente alle botteghe e dei quali ne è stato effettivamente realizzato soltanto uno, il suggestivo Canal Grande che ancora oggi attraversa la città friulana.

La Trieste settecentesca appare così come un ordinato intersecarsi di vie che conducono a grandi piazze con pregevoli palazzi, molti dei quali capolavori neoclassici risalenti all'Ottocento.

Sulla centralissima Piazza della Borsa possiamo ammirare il Palazzo della Borsa Vecchia, le cui forme ricordano quelle di un elegante tempio greco, una sublime opera neoclassica come il vicino Palazzo del Tergesteo inaugurato nel 1842.

A pochi passi troviamo il principale Teatro della città, intitolato a Giuseppe Verdi e costruito alla fine del Settecento su progetto di Giannantonio Selva (ispiratore anche della Fenice di Venezia)  e di Matteo Pertsch.

Pure Palazzo Carciotti, che si trova all'inizio del Canal Grande, è una riuscita declinazione dello stile neoclassico, ma Trieste appare unica per la piacevole commistione di gusti e sensibilità ed infatti non mancano altri stili architettonici.

Palazzo Economo, in Piazza della Libertà, ci ricorda, ad esempio, i tipici palazzi viennesi della fine del XIX secolo e per il Palazzo Comunale, costruito nella seconda metà dell'Ottocento in Piazza dell'Unità, Giuseppe Bruni s'ispirò al gusto eclettico. 

Il Novecento è ben presente a Trieste, visibile nella Sinagoga inaugurata nel 1912 e progettata da Ruggero e Arduino Berlam, il secondo creatore anche del Palazzo Aedes, il famoso grattacielo rosso del 1928, oltre che nei palazzi progettati da Marcello Piacentini, uno degli architetti più celebri del regime fascista.

Articoli correlati

Image Description

Il Centro Storico di Trieste

Il cuore della città ci racconta la storia e le abitudini dei triestini: Il Colle di San Giusto, la Cattedrale, il Castello e i Musei

Image Description

Vini e Gastronomia a Trieste

Cosa mangiare a Trieste? sono tanti i piatti tipici della zona, tutti buonissimi e che risentono i sapori della tradizione e della storia della città.

Image Description

I dintorni di Trieste

Val Rosandra, Bagnoli, San Dorligo, sono solo alcune delle tante attrazioni storiche, gastronomiche e naturistiche che sorgono nei dintorni della città.

Image Description

Poesia davanti a un caffè

Tanti poeti e scrittori che hanno soggiornato a Trieste, tutti frequentatori di caffetterie e locali ancora oggi attivi in città.